BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
Home / Blogger / Allarme a Giurisprudenza: 200 matricole in meno in 12 mesi

Allarme a Giurisprudenza: 200 matricole in meno in 12 mesi

startdi Enrico Filotico

Da: SpazioUniba

Calano gli iscritti a Giurisprudenza,  il Dipartimento trema per le 200 matricole in meno rispetto allo scorso anno. Sul banco degli imputati  finiscono il mercato del lavoro saturo, una struttura ormai troppo antica che necessita di un forte rinnovamento e la situazione economica dell’intero sud Italia che spinge i neodiplomati ad iscriversi presso atenei poggiati su una rete di contatti post lauream (in teoria capace di garantire a tutti occupazione).

Dal Palazzo Del Prete hanno già fatto saper di essere corsi ai ripari, è previsto a partire dal prossimo anno la creazione di un nuovo corso di laurea triennale di Giurisprudenza d’impresa e consulente del lavoro. Non solo il nuovo CdL però, tanti i progetti in cantiere per Lex Uniba a caccia del look migliore per tornare agli antichi fasti.

Operazione che rimane complicata, per quanto non impossibile, considerati gli sviluppi professionali di un titolo che forse ha tra le sue colpe quello di non essersi riuscito a sviluppare al passo con i tempi.  Quella in Giurisprudenza rimane una laurea costretta alla zavorra dello studio legato alla manualistica e lontano dal learning by doing, impostata oggi in maniera eccessivamente generica nel nostro dipartimento e dunque lontana dall’apprendimento dettagliato che i tempi richiedono: uno studio curriculare specialistico che formi lo studente in un determinato campo del diritto, proiettandolo come prodotto eccellente dell’azienda Uniba sul mercato. Upgrade già posto in essere sia dalle grandi università private del nostro paese che dall’università di Trento, oggi punto di riferimento a livello europeo nel campo del diritto internazionale.

twitter@EFilotico

Lascia un commento