BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
Home / Best News / Quell’oro bianco di Puglia da svelare: se ne parla all’Università di Bari

Quell’oro bianco di Puglia da svelare: se ne parla all’Università di Bari

L’Oro Bianco di Puglia è una merce come le altre oppure è un alimento funzionale per la nostra salute? Dipende, e i distinguo iniziano nei campi e proseguono fino allo scaffale dei supermercati. A svelare i “segreti” del latte sarà la scienza, ma il linguaggio sarà quello chiaro e diretto a noi consumatori.

Sono gli ingredienti dell’evento scientifico e divulgativo sulla cultura agroalimentare mediterranea, legata alla produzione agricola del latte che si terrà il 18 ottobre presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Bari.

L’iniziativa voluto dal dott. Michele Polignieri, che guida la Condotta Slow Food delle Murge, vedrà la partecipazione di un pool di esperti da tutta Italia. Saranno affrontati i molteplici aspetti che questo grande alimento agricolo sottende, se sottratto alle logiche commerciali di massa che ne riducono il valore intrinseco quando viene considerato come una mera commodity.

Si parlerà, infatti, delle ricadute sulla salute umana del latte, se utilizzato con tecnologie ostili alla sua natura a alla natura umana. Ci si soffermerà sull’aspetto nutrizionale, misurabile, ed in che modo possa essere inficiato dai vari sistemi di allevamento.

A misura di consumatore, cercando di comunicare in modo semplice e diretto. Come? Per esempio, con il Manifesto della Mozzarella: le 10 cose da sapere prima di comprarla che verrà illustrato ai giornalisti nel corso della conferenza stampa che si terrà Giovedì 12 ottobre ore 12, in Agrilevante, Sala 4, Centro Congressi. Con la partecipazione di: dott. Michele Polignieri, responsabile scientifico Latte 4.0 e presidente Condotta Slow Food delle Murge dott. Michele Troiano, direttore SIAV B

Area Nord ALS Bari dott. Leonardo Di Gioia, Assessore Regionale alle Risorse Agro Alimentari. L’evento è organizzato da Slow Food Murge e Assessorato Regionale alle Risorse Agroalimentari Puglia con “Il sogno di Arlecchino – Ricerca e tutela biodiversità” di Altamura. Ha il patrocinio del Ministero della Salute, del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, dell’Accademia dei Georgofili di Firenze e dell’Istituto Nazionale di Sociologia Rurale di Roma.

Lascia un commento